Cultura/Succede in Collegio

Una nuova esperienza artistica

(di Lucrezia Naronte 2 Media B) – Quando la Prof.ssa Grilli, che insegna “Arte” alle Medie e al Liceo del Collegio San Carlo, ha detto alla nostra classe di comprare una tela e vari colori acrilici eravamo tutti molto entusiasti e curiosi di conoscere la nuova esperienza artistica che  avremmo affrontato.

La settimana successiva la professoressa ci ha spiegato nel dettaglio il nuovo lavoro che avremmo svolto dicendoci che sarebbe stato ispirato all’Action Painting americano, cioè al dipinto astratto e così la nostra gioia e la nostra eccitazione aumentarono ancora di più.

Arrivò il fatidico giorno: nel primo lavoro ci saremmo ispirati a Pollock, un pittore che usava la tecnica del sgocciolamento del colore sulla tela e, a volte, pitturava usando le mani.

Ci siamo quindi recati in Atelier, tutti emozionati per l’inizio del nuovo esperimento artistico. Abbiamo messo dei giornali per terra per evitare di sporcare con la pittura il pavimento della stanza e usato dei pennelli per imitare le tecniche che utilizzava Pollock per creare le sue opere.

L’attività è stata condivisa con i ragazzi americani provenienti dal Maryland, che si sono divertiti  e l’hanno apprezzata moltissimo.

Per il secondo laboratorio si è preso spunto da Rothko, pittore americano che utilizzava una propria tecnica molto particolare, consistente nel dipingere quadrilateri su uno sfondo di colore scuro, talvolta separati da una linea scura, in modo da far risaltare i colori chiari e luccicanti delle figure geometriche che dipingeva su tale sfondo.

Questo lavoro, che inizialmente  sembrava molto semplice, si è rivelato poi difficile perchè abbiamo scoperto che l’artista posizionava le figure geometriche rispettando le proporzioni matematiche e quindi è stato molto complicato utilizzare questa sua tecnica.

Il terzo e ultimo lavoro in cui ci ha coinvolto la Prof.ssa Grilli si riferiva a Kline, il quale aveva una tecnica pittorica diversa rispetto ai due artisti che ho citato in precedenza. Infatti Kline, utilizzando pennelli di grandi dimensioni e molto larghi, dipingeva linee curve che attraversavano la tela da una parte all’altra, su uno sfondo a volte bianco e a volte colorato.

Tale artista talvolta sfregava sulla tela piccoli tubi contenenti colore acrilico in modo da creare un mix di colore o un ammasso di tinta molto spesso.

Queste straordinarie lezioni pratiche di Arte sono state per me e per la mia classe  una nuova esperienza artistica in cui abbiamo messo in pratica la teoria e abbiamo lavorato in team. Inoltre tali lezioni mi hanno permesso non solo di conoscere stili di pittura molto particolari, capaci di esprimere emozioni attraverso le forme e i colori, ma soprattutto mi hanno consentito di vivere direttamente il lavoro di questi famosi artisti americani al punto che mi sono un po’ identificata in loro.

Grazie mille Prof!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...