Cultura

“I miei ricordi più preziosi” di Pietro Leggio (2° classificato biennio concorso letterario)

leggio

(di Pietro Leggio, 2a scientifico C) – Fin da quando ero piccolo, mio nonno mi parlava di una bicicletta, una bellissima Bianchi da corsa, che aveva conservato per me alla chiusura della sua concessionaria di motociclette negli anni ’90. Essa giaceva imballata nel garage da oltre vent’anni, aspettando che io avessi l’età adatta per utilizzarla. Nell’estate del 2013 insolitamente andai a trovare i miei nonni in Sicilia nel mese di giugno, speranzoso di vedere finalmente la famigerata bicicletta di cui avevo solo sentito parlare. Prima che arrivassi, mio nonno l’aveva portata dal meccanico per farla montare, ma dovetti attendere ancora qualche giorno prima di poterla ammirare in tutta la sua bellezza. Dopo una lunga attesa, finalmente la mattina del 20 giugno mio nonno si presentò verso l’ora di pranzo con la mia Bianchi: il suo telaio era del classico color azzurro Bianchi; il manubrio, tipico delle bici da corsa, era privo di nastro; il cambio a cinque marce, diversamente dalle biciclette moderne, era sul telaio e non sul manubrio. Avrei voluto mettermi subito in sella, ma il caldo secco me lo impediva; così attesi il tardo pomeriggio per fare il mio primo giro.  Facendo le prime pedalate per il collaudo, l’emozione era tanta e il timore di danneggiarla lo era ancora di più, soprattutto dopo le raccomandazioni del nonno.

Dopo un giretto di prova per le vie del paesino, mi sono avventurato nelle stradine di campagna che conoscevo sin da piccolo. In sella alla bicicletta, tutto sembrava diverso; non sentivo il caldo secco, ma il mio volto era sfiorato da una brezza per la velocità e il paesaggio mi sembrava nuovo. I contorni delle verdi colline dai dolci pendii apparivano nettamente separati dall’azzurro intenso del cielo estivo e i campi coltivati con diversi prodotti sembravano formare disegni geometrici e si distinguevano nettamente dai terreni incolti con la terra arida e arsa dal sole cocente.  Le immagini della campagna erano talmente emozionanti e incredibili, che avrei voluto riprendere con una telecamera ogni singolo scorcio, per renderlo perenne. Mi fermai nel punto più suggestivo da cui scorgevo in lontananza i contorni di un paesino arroccato su una collina e la sagoma di un castello con due grosse torri e scattai le uniche foto che mi rimangono di questa giornata. Mi sentivo così bene che persi la cognizione del tempo e dello spazio, fino a smarrirmi per i viottoli. Appena compresi la gravità della situazione, anche perché il mio telefono non aveva campo, mi preoccupai e iniziai a pedalare in senso opposto con la speranza di ritrovare la via giusta.

DSC00043Andai talmente veloce che la ruota anteriore, fissata in maniera abbastanza precaria, si allentò e io tentai di stringere i bulloni. Non risolsi definitivamente il problema e, dopo vari tentativi, decisi di spingere a mano la bicicletta. Il ritorno fu molto più faticoso, perché il caldo era inteso o forse io lo percepivo così perché ero molto agitato. Per fortuna riconobbi prima i colori della campagna e un lungo filare di viti dai verdi e ampi pampini e poi la casa di campagna di mia zia, dove trascorrevo le mie giornate da piccolo, così ritrovai l’orientamento e finalmente ritornai a casa. Mi attendevano con impazienza i nonni che non avevano più avuto mie notizie; dopo aver raccontato tutto l’accaduto ripensai alla mia avventura e capii che le immagini e le emozioni provate erano speciali perché mi fecero comprendere realmente la bellezza di quella natura a cui ero  stato abituato da sempre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...